Laghi e fiumi della Svizzera Italiana e della regione insubrica

Print

Nella Svizzera italiana e nella regione insubrica una parte significativa del territorio è costituita da corsi d'acqua e da laghi, elementi che arricchiscono il paesaggio prealpino ed alpino, fornendo nel contempo un importante habitat per numerose specie animali e vegetali.

I laghi

Gli specchi d’acqua possono essere suddivisi in 4 categorie principali:

  1. I laghi maggiori (Verbano, Como, Ceresio).
  2. I laghetti di dimensioni medio-piccole.
  3. I laghi sfruttati per la produzione di energia elettrica.
  4. I laghi alpini naturali.

Il Lago di Lugano è posto ad un’altitudine di 271 m. Il bacino imbrifero è di 565.6 km2 e culmina sul Gazzirola (2’116 m - detto anche Garzirola). Il lago è diviso in due bacini, superiore e inferiore, separati dal ponte diga di Melide. Nel bacino superiore si versano i fiumi Cassarate, il Soldo (Valsolda), il Cuccio (Val Cavargna), l’Orino (Valle d’Intelvi). Nel bacino inferiore si riversano il Mara (Val Mara), il Laveggio (tra Capolago e Riva), la Magliasina e il fiume Vedeggio. Dal Ceresio esce il fiume Tresa, che riversa le sue acque nel Lago Maggiore.

Il Lago Maggiore si trova ad un'altezza di circa 193, il punto più basso del territorio della Confederazione Helvetica. Il bacino imbrifero, molto esteso, è di circa 6.599 km² e culmina sul massiccio del Monte Rosa a 4’633 m. I principali immissari sono il Ticino, la Maggia, il Toce e la Tresa. Il fiume Ticino è l’unico emissario del lago.

Nell'area insubrica, comprese quindi le province di Varese, Novara, Verbano Cusio Ossola, Como, Sondrio e Lecco, troviamo numerosi laghi dalle caratteristiche simili al Ceresio e al Maggiore: ne sono un esempio il lago di Como, il lago di Mezzola, il lago di Varese, il lago di Comabbio, il lago di Alserio e il lago di Montorfano.

Nella tabella che segue sono elencati i principali laghi naturali e artificiali del comprensorio insubrico, in ordine discendente secondo la superficie totale.

  Superficie (Km2) Profondità massima (m) Altitudine (m)
Lago Verbano o Maggiore 212.5 372 193
Lago di Como o Lario 145 425 198
Lago Ceresio o di Lugano 49 288 270
Lago d'Orta o Cusio 18.2 143 290
Lago di Varese 14.95 26 238
Lago di Annone 5.71 11.3 224
Lago di Pusiano o Eupili 5.2 27 257
Lago di Garlate 4.64 34 205
Lago di Comabbio 3.4 8 243
Lago di Monate 2.5 41 266
Lago di Muzzano 2 3.35 377
Lago di Mergozzo 1.84 74 204
Lago di Vogorno o di Selvatica 1.68 200 470
Lago Ritom o Piora 1.48 65 1850
Lago Luzzone 1.44 225 1609
Lago Bianco 1.43 53 2234
Lago di Alserio 1.23 8.1 260
Lago Sambuco 1.11 124 1461

I corsi d’acqua

I corsi d’acqua della Svizzera italiana e della regione insubrica mostrano tutti un carattere torrentizio. A causa dei pendii ripidi, dei suoli poco profondi e della scarsa permeabilità delle rocce, le precipitazioni si traducono in repentini aumenti della portata. L’esempio più estremo del carattere torrentizio lo troviamo nella Maggia, corso d’acqua che presenta un rapporto tra portata massima e portata minima di circa 1 a 7'000, uno dei più importanti d’europa. Durante l’inondazione del settembre 1983 la Maggia raggiunse una portata di 4’700 m3/s!

Nella tabella che segue sono indicati i principali corsi d’acqua della regione. Le portate si riferiscono all’ultimo punto di misura prima dell’entrata nel lago o della confluenza con un altro fiume (dati USTAT, 2012):

  Lunghezza totale (km) Portata media (m3/s) Portata massima (m3/s)
Ticino: fiume che dal 1803 da il nome al territorio dell’omonimo Cantone. Nasce sul passo della Novena e sfocia nel Po presso Linarolo. 248 69 1500
Verzasca: fiume che nasce sui versanti del Pizzo Barone, percorre l’omonima valle e sfocia nel lago Maggiore. 27.1 11.5 720
Maggia: come indicato in precedenza, si tratta di un fiume che registra un regime torrentizio estremo. Nasce lungo i versanti del Pizzo Cristallina e sfocia nel lago Maggiore. 55.8 23.4 3090
Brenno: fiume che percorre la Valle di Blenio e si getta nelle acque del Ticino. Questo corso d’acqua ha segnato alcune delle pagine più drammatiche della storia delle alluvioni a Sud delle Alpi, in particolare con la Buzza di Biasca. 34.4 4.29 515
Cassarate: fiume che percorre la Val Colla e la Capriasca e che si immette nel Ceresio a Lugano. 17 3.39 120
Laveggio: corso d’acqua che scorre tra Stabio e Riva San Vitale, immettendosi nel Ceresio. 10.6 1.73 105
Magliasina: corso d’acqua che scende dai pendii del Lema e si immette nel Ceresio. 14.6 1.52 94
Vedeggio: fiume che dal Camoghè scende lungo l’omonima valle, sfociando nel Ceresio nei pressi di Agno. 25 4.35 188
Tresa: emissario del lago di Lugano che sfocia nel Verbano nei pressi di Luino. Segna il confine tra Italia e Svizzera. Questo corso d’acqua è conosciuto per aver ospitato lungo il suo corso numerose peschiere per le Anguille. 13.4 28.9 260


Infine un elenco non esaustivo di altri corsi d’acqua significativi che caratterizzano il comprensorio sud-alpino:

Bibliografia introduttiva

Roland Hochstrasser


Fiumi e laghi

 

Tags: ,