Oltre alle semplici visite, il Museo della pesca mette con piacere a disposizione dei propri ospiti la Sala Franco Chiesa per incontri, conferenze, seminari (fino a 80 posti, con tutte le dotazioni multimediali). Inoltre, previa riservazione, è in grado di offrire tre tipi di aperitivi.

Ul bianc

1 Bott. Prosecco di qualità; 32.-
1 Bott. Vino bianco di qualità; 28.-
Acqua minerale e/o altri analcolici; 6.- x bottiglia

Prezzo: fatturazione in base al consumo

Pan e salamm

minimo 10 persone

Pane casereccio, salame e mortadella nostrani, formaggio d’alpe
Vino bianco fermo, prosecco e rosso di qualità
Acqua minerale e/o altri analcolici

Prezzo: 15.- fr/pp

Péss e péssitt

minimo 10 persone

Tartine di pane casereccio con varie specialità di pesce di lago, in base alla disponibilità stagionale
Vino bianco fermo, prosecco e rosso di qualità
Acqua minerale e/o altri analcolici

Prezzo: 25.- fr/pp

Quaicoss da cald

Supplemento per assaggio di risotto o zuppa di cereali

5.- fr/pp


Se l'aperitivo è abbinato all'affitto della sala Franco Chiesa e/o alla visita guidata della mostra permanente, si potrà discutere un prezzo forfettario.

La Svizzera italiana dispone di un patrimonio insospettato e incredibile di memorie storiche di diversa natura, che attende solo di essere condiviso. Presentato oggi a Palazzo delle Orsoline di Bellinzona, il nuovo portale aperto a tutti e gratuito lanostraStoria.ch si prefigge proprio di facilitare questa condivisione.

Dal 1° giugno 2017 chiunque ha la possibilità di pubblicare su lanostraStoria.ch i propri ricordi e i propri documenti – audio, video, immagini e testi – ma anche di consultare liberamente quelli di altri utenti, siano essi privati cittadini, enti o istituzioni, attingendo così ai materiali di tutti per creare dossier tematici di proprio interesse. In questo modo lanostraStoria.ch offre a tutti la possibilità di contribuire attivamente al consolidamento della memoria storica collettiva legata alla Svizzera italiana. Ad oggi sul portale sono già presenti contenuti proposti da istituti pubblici e privati.

lanostraStoria.ch è un’iniziativa della Fondazione patrimonio culturale della Radiotelevisione Svizzera di lingua italiana, attiva a promuovere e sostenere la digitalizzazione e la valorizzazione del ricco patrimonio conservato negli archivi della RSI nel corso degli ultimi cent'anni. La collaborazione con RSI mira dunque a metterne in risalto i documenti multimediali, collocandoli in rete con materiali altrettanto unici provenienti dalle altre svariate fonti.

Nel progetto sono coinvolti in Ticino la Divisione della cultura e degli studi universitari del DECS, nel Canton Grigioni l’Ufficio della Cultura. Durante la conferenza stampa di presentazione hanno preso la parola, tra gli altri, il Consigliere di Stato e direttore del DECS Manuele Bertoli, il direttore della RSI Maurizio Canetta (anche presidente della Fondazione), la direttrice della Divisione della cultura e degli studi universitari Raffaella Castagnola, Marco Bertoli, a nome della Fondazione Patrimonio Culturale della RSI, e Mauro Ravarelli, responsabile editoriale del portale.

L’intero progetto prende spunto dal portale notreHistoire.ch, ideato nella Svizzera romanda nel 2009 su impulso della Fondation pour la sauvegarde du patrimoine audiovisuel de la Radio Télévision Suisse – FONSART. Sulla scia di quel successo, il promotore per la Svizzera italiana, la Fondazione patrimonio culturale della Radiotelevisione Svizzera di lingua italiana, ha finanziato la realizzazione della piattaforma in lingua italiana che ora mette a disposizione di tutta la popolazione.

Bellinzona, 1° giugno 2017

Servizio RSI: http://www.rsi.ch/play/tv/popupvideoplayer?id=9191065&startTime=10.259

Nel 2016 i siti gestiti dall'Associazione Museo del Malcantone hanno suscitato il consueto interesse, confermandosi uno dei canali di comunicazione preferiti dall'utenza. Il sito della sede di Curio ha registrato un totale di 83'868 visite, mentre il sito del museo della pesca di Caslano ha totalizzato 93'178 visite.

Poco conosciuta, misteriosa, minacciata: la lampreda comune è il pesce dell’anno 2017. La Federazione Svizzera di Pesca FSP, scegliendo questo piccolo e poco appariscente pesce, vuole porre un forte segnale: senza ambienti acquatici naturali, la Svizzera perde sempre più specie di pesci sia quelle conosciute che quelle sconosciute!

Tags:

Cerca nel sito

Orari e prezzi

Aperto dal marzo al ottobre. Orario: martedi, giovedi e domenica, 14.00-17.00; luglio e agosto dalle 16.00-19.00
Maggiori dettagli

32 laghetti

Free Joomla! template by L.THEME